Sardinia @ Dance | Visual and Choreographic Art Lab

DANCE PHOTOGRAPHY WORKSHOP | 28 AUGUST - 1 SEPTEMBER 2018

Partnership with AD GALLERY and ANNA PAVLOVA NETWORK


A unique event, 5 dancers that during the days of the event will alternate in different locations to work together with the photographers participating in the workshop.

The dancers will interpret the places where they will have chosen to dance, the way they will feel them.

We will see true dance and the photography work will be carried out on that, in a dialogue between dancers and photographers.

As far as possible, the shootings will take place in dawn and sunset hours, so as to exploit the most fascinating light and also to respect the work of the dancers, avoiding that they have to dance during too hot hours.

Participants in the photography workshop will be able to create an artistic relationship with the “dancer/ choreographer”. A collaboration aimed at creating an artistic path leading to produce team work.

 

Un evento unico, 5 danzatori che durante i giorni dell'evento si alterneranno in location diverse per lavorare assieme ai fotografi partecipanti al laboratorio.

I danzatori interpreteranno i luoghi in cui loro stessi avranno scelto di danzare.

Dunque si tratterà di eventi in cui si vedrà della vera danza e su quella si realizzerà il lavoro fotografico, in un dialogo tra danzatori e fotografi.

Questi momenti di fotografia saranno individuati nelle ore dell'alba e del tramonto per quanto possibile, questo per sfruttare la luce più affascinante e anche per rispettare il lavoro dei  danzatori senza  danzare in ore troppo calde.

I partecipanti al laboratorio di fotografia di scena avranno modo di creare una relazione artistica con il 'danzatore/coreografo'. Una collaborazione mirata alla creazione di un percorso artistico per produrre un lavoro in team.


ARTISTIC PROJECT PROGETTO ARTISTICO

Sardinia@Dance  corso di fotografia di danza, sardegna, dance photography workshop

Sardinia@Dance is an event born with the aim to combining different forms of art, in the broadest value of these terms: human, aesthetic, landscape; to combine architecture and dance in a substantial way.

With the belief that integration, as a cultural approach, brings greater wealth and prospects for human growth.

Dance, archeology and architecture, landscape, photography and video, with human kind being at the center.

The dancers will bring their dance in places with a strong visual and historical character, they will have total creative freedom.

Six places of the Environmental and Architectural Heritage of the territory of southern Sardinia, as spaces of inspiration.

A series of historical and iconographic information will be the starting point for the choice of the dancers for their place to dance, where bring their own language.

So it will be an interpretation in part designed but actually born in situ and dedicated to it.

 

Il Sardinia@Dance é un evento che nasce col l'intento di unire diverse forme d'arte, nel valore più ampio di questi termini: umano, estetico, paesaggistico; unire architettura e danza in maniera sostanziale.

Con la convinzione che l'integrazione, come approccio culturale, porti maggiore ricchezza e prospettive di crescita umana.

La danza, l'archeologia e l'architettura, il paesaggio, la fotografia e il video, con al centro l'essere uomini.

I danzatori porteranno la loro danza in luoghi dal forte carattere visivo e storico, avranno la totale libertà creativa.

Sei luoghi del Patrimonio Ambientale e Architettonico del territorio della Sardegna del sud, come spazi di ispirazione.

Una serie di informazioni storiche e iconografiche saranno lo spunto per la scelta da parte dei danzatori del luogo ove portare il proprio linguaggio. Si tratterà di una interpretazione in parte pensata, di fatto nata in situ e ad esso dedicata. 

PHOTOGRAPHYC PROJECT PROGETTO FOTOGRAFICO

Progetto Fotografico Sardinia@Dance, Cagliari, corsi di fotografia, sardegna, workshop fotografici, dance photography, fotografia di danza,  anna pavlova networ  , luca di bartolo, sardinia, dance, sardegna, danza, fotografia, estate, summer

In the idea of integration of arts and creativity, Sardinia@Dance will give space to the participation of photographers coming from every different reality, with different formations, not necessarily with experience on dance photography.

The fact that the actors are dancers does not define any prior conceptual boundaries in the photographic approach.

6 shooting will be performed in the locations identified. Our guests will stage their own creative work specifically for that space. A first phase of study and awareness of the spatial, energetic reality with which to confront. A more structured staging. Then there will be the opportunity to work in complete freedom, together with our dancer even on ideas and proposals born at the time. 

Shooting will take place in the early hours of the morning or sunset, in order to take advantage of the best light and work with pleasant temperatures.

 

Nello spirito di integrazione delle arti e della creatività il Sardinia@Dance darà largo spazio alla partecipazione di fotografi provenienti da ogni diversa realtà, con formazioni differenti, non per forza con esperienza sulla danza.

Il fatto che i protagonisti siano danzatori non definisce alcun confine concettuale a priori nell'approccio fotografico.

Saranno realizzati 6 shooting nelle location individuate. I nostri ospiti metteranno in scena il proprio lavoro creativo specifico per quello spazio. Una prima fase di studio e presa di coscienza della realtà spaziale, energetica, con la quale confrontarsi. Una messa in scena più strutturata. Poi vi sarà la possibilità di lavorare nella massima libertà, assieme al nostro danzatore anche su idee e proposte nate al momento.

Gli shooting avranno luogo nelle prime ore della mattina o del tramonto, onde poter sfruttare la luce migliore e lavorare con temperature piacevoli.

INTERFACE PROJECT PROGETTO INTERFACE

Progetto integrativo di danza e fotografia a cura di Giorgia Damasco. corsi di fotografia, sardegna,  workshop fotografia di danza

The local dancers face to face with the guest dancers in the name of free creative communication.

At the base of everything, the principle that an important way of transmission of artistic skills is that which flows along horizontal plans between the subjects involved, plans that merge into a common table where everything has a specific weight and a light.

For local dancers the opportunity to collect input from the choreographic material proposed by the guests by re-launching the game through their own creative interpretation, together with the freedom to propose new ones, stimulating the productivity of the individual and the group. 

For the participating photographers, the consequent possibility of appreciating different suggestions of the same product contaminated and enriched in new clothes.

 

I danzatori locali a tu per tu con i danzatori ospiti all'insegna della libera comunicazione creativa.

Alla base di tutto, il principio che una importante modalità di trasmissione delle competenze artistiche sia quella che scorre lungo piani orizzontali tra i soggetti coinvolti, piani che si fondono in un tavolo comune dove tutto ha un peso specifico e una luce.

Per i danzatori locali la possibilità di raccogliere input dal materiale coreografico proposto dagli ospiti rilanciando il gioco attraverso la propria interpretazione creativa, unitamente alla libertà di proporne dei nuovi stimolando la produttività del singolo e del gruppo.

Per i fotografi partecipanti, la conseguente possibilità di apprezzare suggestioni diverse di uno stesso prodotto contaminato e arricchito in veste nuova.


GUEST DANCERS    DANZATORI OSPITI

thomas johansen, tamara fragale, corsi di fotografia, sardegna, workshop fotografici, dance photography, fotografia di danza,  anna pavlova network, erica fadda, luca di bartolo, sardinia, dance, sardegna, danza, fotografia, estate, summer

The dancers at Sardinia@Dance symbolically represent the trace of a personal experience made of countless artistic and human encounters.

Chosen for their desire to get involved even in contexts different from the usual dance world, in not being afraid to welcome improvised proposals.

Dance is a universal language and I believe this also in the freedom to live it 'out of any pattern', like a dialogue, a true language that comes into being when it acquires its form in real life.

Dancing in the water, on the stone of an ancient temple, on an ancient Roman road below a church, in the places of man's work; being available for experimentation and comparison with other artists and human beings do not necessarily speak our own language.

 

I danzatori presenti a Sardinia@Dance rappresentano simbolicamente la traccia di una esperienza personale fatta di innumerevoli incontri artistici ed umani.

Scelti per il loro desiderio di mettersi in gioco anche in contesti diversi dal consueto mondo della danza, nel non avere paura ad accogliere proposte estrose.

La danza è linguaggio universale e tale lo considero anche nella libertà di viverla 'fuori da ogni schema', come un dialogo, vero linguaggio che nasce nel momento in cui acquista una sua forma nella realtà.

Danzare nell'acqua, sulla pietra di un tempio antico, su un'antica strada romana al di sotto di una chiesa, nei luoghi del lavoro dell'uomo; essere disponibili alla sperimentazione e al confronto con altri artisti ed esseri umani non parlano per forza la nostra  stessa lingua.

--------------------                 LOCATION

cagliari, corsi di fotografia, sardegna, workshop fotografici, dance photography, fotografia di danza,  anna pavlova network, erica fadda, luca di bartolo, sardinia, dance, sardegna, danza, fotografia, estate, summer

In the moment we choose architecture to embrace the dance  it can not be neutralized of its personality,  it can not become a picturesque place to 'use', as dance can not become a pretext to fill it with 'beauty'.

The architectural emvironment  is based solidly on form and balance.

Dance is in equal measure made of form and balance, but it can contain deep and violent states of mind that make it full of contradictions.

I think that the two realities coexist in a splendid union.

The places chosen to host Sardina@Dance are ancient places, which bring great moments and energies; they are places of human work on the perspectives of Hellenic architects; they are absolute landscapes.

 

L’architettura non può essere luogo neutralizzato della sua personalità nel momento stesso in cui la scegliamo per abbracciare la danza, non può diventare luogo pittoresco da ‘utilizzare’, come la danza non può diventare un pretesto per riempirlo di ‘bellezza’.

Lo spazio architettonico si basa solidamente su forma ed equilibrio.

La danza è in egual misura fatta di forma ed equilibri, ma può contenere profondi e violenti stati d’animo che la rendono densa di contraddizioni.

Penso che le due realtà convivano in uno splendido connubio.

I luoghi scelti per accogliere Sardina@Dance sono luoghi antichi, che portano momorie ed energie profonde; sono luoghi del lavoro dell'uomo su prospettive di architetti ellenici; sono paesaggi assoluti.  

EVENT SCHEDULE PROGRAMMA



SOUND PROJECT - Telaraña - Francesca Qoya | Marco Marchetti

francesca qoya, corsi di fotografia, sardegna, workshop fotografici, dance photography, fotografia di danza,  anna pavlova network, luca di bartolo, sardinia, dance, sardegna, danza, fotografia, estate, summer, musica
marco marchetti, corsi di fotografia, sardegna, workshop fotografici, dance photography, fotografia di danza,  anna pavlova network, luca di bartolo, sardinia, dance, sardegna, danza, fotografia, estate, summer, musica

Telaraña è il nome di una ricerca musicale di theremin e voce: non è una rete per intrappolare le prede, ma un luogo dove accadono dei rituali, un luogo che ogni volta si espande restando sempre in sospensione. Oscillando tra forza e fragilità, i suoni si cercano e si sperimentano in profondità, attraversano tutti i colori, conducono all' alto e poi d'improvviso al basso.

Telaraña è uno strumento per trasformare la pesantezza in leggerezza, per salire e scendere la spirale, per creare silenzio laddove a volte c'è troppo caos e inquinamento.

Per arrivare alla bellezza.



PER INFORMAZIONI

For information

Per informazioni su SARDINIA@DANCE:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

ORGANIZZAZIONE

Contact Organizer Organizzatore referente

Luca Di Bartolo

Interface project contact person

Referente progetto Interface

Giorgia Damasco

Thanks

Davide Vallasca for writing the presentation to the archaeological sites.

Davide Vallasca and Erica Fadda for their participation in the teaser of the event.

 

Davide Vallascas per i testi di presentazione dei siti archeologici.

Davide Vallascas ed Erica Fadda per la partecipazione al teaser dell'evento

PARTNERSHIP

Artistic partnership Collaborazione artistica

ad gallery francesca qoya, corsi di fotografia, sardegna, workshop fotografici, dance photography, fotografia di danza,  anna pavlova network, luca di bartolo, sardinia, dance, sardegna, danza, fotografia, estate, summer, musica

Media partner

anna pavlova, francesca qoya, corsi di fotografia, sardegna, workshop fotografici, dance photography, fotografia di danza,  anna pavlova network, luca di bartolo, sardinia, dance, sardegna, danza, fotografia, estate, summer, musica